Nasce ABOR by Tapì

Nasce ABOR by Tapì: la chiusura green creata dal materiale residuo di distillazione

Massanzago (PD), 2 Novembre 2017. l concetto di design sostenibile, in cui natura e tecnologia si combinano in soluzioni personalizzate e al tempo stesso funzionali, è sempre più applicato in ambito packaging, soprattutto nel settore dei distillati. In tale contesto la differenza la fa ABOR, innovativo progetto del Gruppo Tapì nato dalle ricerche sul riutilizzo e riciclo creativo dei materiali residui di distillazione dei prodotti dei suoi stessi clienti.

Una rivoluzione che consiste in realtà nel ritorno all’origine materica del distillato e quindi al suo legame con i prodotti della terra da cui deriva: ABOR è contrazione dal latino “ab origine”, letteralmente “fin dalle origini”, “da principio”.

Ecco che dall’esperienza e dai continui investimenti per la ricerca di design e processi innovativi, Tapì ha creato questa nuova gamma di chiusure, che riutilizza i materiali residui della distillazione, solitamente smaltiti dai produttori come materiali di scarto. Si tratta quindi di un recupero di elementi vegetali secchi, ormai a fine vita, che vengono assemblati con materiale sintetico per dare vita a una chiusura dall’anima intrinsecamente green.

È così per i residui di vinaccia, malto d’orzo, canna da zucchero, mais, segale e agave, da cui si ottengono i distillati più famosi al mondo e che grazie al progetto ABOR tornano a parlare del prodotto e della sua storia, a valorizzarne la materia prima, la naturalità, diventando parte stessa del packaging.

«ABOR è un nuovo modo di concepire il design per il mercato dei distillati ed è anche un’opportunità per creare brand awareness in maniera eco-sostenibile. Grazie a questo progetto, il packaging per l’industria degli spirits non sarà più lo stesso», sintetizza Domenico Liberati, Managing Director R&D di Tapì Group, che il 31 ottobre ha presentato il nuovo progetto ABOR a Londra, nell’ambito dell’esclusivo Spirits Strategies Congress 2017.

Il Gruppo Tapì

Tapì è un Gruppo internazionale specializzato nella progettazione, produzione e distribuzione di chiusure tecnologiche di design dedicate al mondo del packaging. Ad oggi Tapì sviluppa prodotti per il mercato dei distillati, del vino, dei condimenti, dei cosmetici e della birra. Con oltre 400 collaboratori in tutto il mondo, Tapì affianca oltre 3.000 Clienti in più di 60 Paesi e consolida la propria presenza globale con uffici commerciali, strutture di ricerca e sviluppo e distributori. Tapì da sempre persegue una vision chiara: diventare il principale fornitore, a livello globale, di chiusure alternative per il mercato del Packaging Design. Per conseguire questo obiettivo l’azienda investe costantemente nella ricerca e sviluppo, nelle persone e nella comunicazione del valore e forza del brand, puntando a crescere come Gruppo internazionale. Prima della neo-acquisizione da parte del fondo Wise, faceva parte del Gruppo Tapì anche il fondo di investimento Gradiente I, specializzato in investimenti per la crescita in aziende di piccole e medie dimensioni. Tramite acquisizioni e un importante progetto di sviluppo internazionale, Gradiente I ha accompagnato Tapì in un percorso di crescita da impresa locale da 12 milioni di euro iniziali di fatturato, a un Gruppo internazionale da circa 40 milioni di euro e stabilimenti in due diversi continenti, incrementando il valore dell’industria italiana e aumentandone i posti di lavoro.

Abor:la chiusura green creata dal materiale residuo di distillazione

Tapì Group Marketing and Press Office department
+39 049 579 73 00
marketing@tapigroup.com

Paolo Boratto
Marketing Manager
p.boratto@tapigroup.com

Giulia Squizzato
Graphic Designer & Marketing Assistant
g.squizzato@tapigroup.com

Condividi:
Lasciati ispirare da Tapì: richiedi i Cataloghi e scopri le nostre collezioni